PSICOMOTRICITÀ
Dott.ssa Michaela Huber

Dott. ssa Michaela Huber
diplomata al CISERPP (Centro italiano Studi e Ricerche in Psicologia e Psicomotricità) di Verona.
La psicomotricità è una pratica mediazione corporea che si rivolge alla persona nella sua globalità psicosomatica. Tale intervento, effettuato nell’ambito della prevenzione e della terapia, si propone di armonizzare, mantenere o ristabilire l’identità psicomotoria dell’individuo mediante l’azione e il movimento in un contesto relazione.
Lo psicomotricista opera nell’area sanitaria ed è il professionista abilitato all’esercizio della terapia psicomotoria. Il suo intervento, a seguito di diagnosi specialistica, consiste nelle seguenti attività:
– delineazione del profilo psicomotorio dell’individuo tramite l’osservazione e l’esame psicomotorio specifico, onde fornire un rapporto anamnesico-diagnostico integrativo;
– intervento terapeutico mediante l’approccio psicocorporeo, le tecniche psicomotorie specifiche, il rilassamento, il gioco e le attività creativo-espressive;
– attività di studio, di ricerca e didattica, di prevenzione e di consulenza professionale nell’ambito delle strutture pubbliche e private.

 

VISITE | TRATTAMENTI  | DIAGNOSTICA:

GRAVIDANZA: disfunzioni prenatali – preparazione al parto
ADULTI: stress – angoscia – depressione – obesità – anoressia – disturbi somatici – handicap – malattie – sindromi post-traumatiche – disturbi della personalità – disturbi affettivi
ANZIANI: perdita delle autonomie – disturbi dell’equilibrio – sindrome post-cadute – rientro post-ospedalizzazione – disturbi della memoria – demenza – disturbi neurologici – handicap

LABORATORI DI PSICOMOTRICITÀ
– laboratorio di grafomotricità
– favole che parlano al pancione
– psicomotricità in gravidanza

 

Dott. Fabio Brandi

L’ età evolutiva è il periodo che inizia dalla nascita del bambino e termina alla fine della fase adolescenziale.
In questo lungo e delicato periodo di crescita sono molti i processi che si snodano a livello psichico e in relazione all’ambiente: sviluppo di funzioni cognitive, sviluppo del linguaggio, sociale, relazionale ed affettivo.
Questo percorso condurrà il bambino, dall’iniziale e totale dipendenza dalle cure genitoriali, alla piena autonomia nella vita adulta. L’età evolutiva porta inoltre con sé inevitabili crisi e conflitti  in relazione ai diversi  periodi  dello sviluppo del bambino, durante i quali esso dovrebbe ricevere dall’ambiente e dai caregivers le provvidenze necessarie per fronteggiarli e superarli in modo adeguato. Questo richiede ai genitori e alla famiglia uno sforzo di adattamento continuo  nell’assolvere compiti evolutivi sempre nuovi.

VISITE | TRATTAMENTI  | DIAGNOSTICA:

PARENT TRAINING (BPT): le finalità principali dei programmi di parent training sono:
ottenere un idoneo coinvolgimento emotivo di fronte al problema del bambino;
migliorare la relazione e la comunicazione genitori-figli;
insegnare metodi educativi basati sull’osservazione sistematica del comportamento e aumentare la capacità di analisi dei problemi educativi che possono insorgere;
aumentare la conoscenza del genitore sullo sviluppo psicologico del figlio e sui principi che lo regolano;
migliorare il funzionamento familiare tramite la trasmissione di procedure di sviluppo di abilità di coping e di problem solving.
I training possono essere individuali o di gruppo: quello individuale nello specifico è finalizzato alla risoluzione di particolari situazioni problematiche, e perciò alla formazione dei genitori che devono affrontare comportamenti problematici del proprio figlio. Questo tipo di parent training è soprattutto rivolto a genitori con bambini oppositivi, aggressivi, autistici, iperattivi e provocatori.

CONSULENZA PSICO EDUCATIVA: incontri singoli
La consulenza psico-educativa è rivolta ai genitori di bambini di tutte le età e a genitori di pre-adolescenti e adolescenti, per favorire il benessere dell’intera famiglia, primo nucleo sociale dove genitori e figli si rispecchiano l’uno nell’atteggiamento dell’altro.
Proprio per questa spiccata reciprocità, la consulenza coinvolge i soli genitori, che diventano preziosi alleati del consulente per comprendere il bambino così come è conosciuto e amato dai genitori stessi.
La consulenza psico-educativa è, dunque, un servizio rivolto alle famiglie  che rilevano problematiche nella gestione educativa dei propri figli o comunque per tutti quei genitori che sentono il bisogno di confrontarsi con un esperto per condividere le proprie paure, incertezze e preoccupazioni e per far proprie strategie educative efficaci.
La consulenza psico – educativa è una particolare forma di sostegno ai genitori che mira a:
–  effettuare una valutazione delle aree problematiche del sistema famiglia
– comprendere le ragioni che danno vita all’area problematica
– fornire ai genitori strumenti operativi per affrontare il problema evolutivo/educativo che riguarda i propri figli
– supportare la famiglia nel percorso di risoluzione delle problematiche

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi